Il DNA – IL Dono di Noi agli Altri

Condividi con

Il Progetto è stato Finanziato nell’ambito del bando regionale della Regione Puglia – Avviso “Puglia Capitale Sociale 3.0 – Linea di attività A” CUP B85I23000310009


IL D.N.A. – IL Dono di Noi agli Altri” è un progetto di AIL LECCE che nasce dall’esigenza di promuovere la cultura del DONO e in particolare di portare all’attenzione della società e dei giovani il tema della donazione e trapianto di “Cellule Staminali Emopoietiche” (CSE). Il progetto, che nella sua fase di avvio sarà realizzato nel territorio Salentino della provincia di Lecce, intende proporre nuovi temi di discussione, con un approccio comunicativo innovativo e specificatamente diretto alla fascia di età dei giovani con un’età compresa tra 18 e 35 anni. Essi, infatti, sono i principali destinatari delle azioni di sensibilizzazione. Il progetto, tuttavia, prevede anche la partecipazione di ragazze e ragazzi delle scuole medie e adulti di ogni genere ed età. Il progetto, inoltre, intende rafforzare la cooperazione e la rete collaborativa di AIL LECCE e delle altre Organizzazioni di Volontariato operanti nel settore sanitario con analoga missione istituzionale, i Centri Immuno-trasfusionali e i Centri Trapianto del Territorio e migliorare il rapporto con le Istituzioni Locali, Sanitarie e di Ricerca, presenti nella Regione Puglia.

Ambito del Progetto

  • sviluppo della cultura del volontariato, in particolare tra i giovani e all’interno delle imprese
  • sviluppo e rafforzamento della cittadinanza attiva, della legalità e della corresponsabilità, anche attraverso la tutela e la valorizzazione dei beni comuni
  • sviluppo delle reti associative del Terzo Settore e rafforzamento della loro capacity building, funzionale all’implementazione dell’offerta di servizi di supporto agli Enti del Terzo Settore

Obiettivi

I principali obiettivi del progetto possono essere riassunti in:

  1. Sensibilizzare e informare ragazze e ragazzi, giovani e cittadini, in genere, sull’importanza del trapianto di CSE) in quanto insostituibile trattamento di salvataggio e cura verso la guarigione per i pazienti affetti da  leucemie, linfomi e mieloma ed altre emopatie oncologiche;
  2. Promuovere la donazione di CSE attraverso il coinvolgimento attivo dei giovani ai fini della loro iscrizione al Registro IBMDR superando pregiudizi e barriere di genere;
  3. Realizzare azioni di monitoraggio e studi scientifici a livello territoriale;
  4. Favorire l’aggiornamento professionale del personale sanitario impegnato nelle attività correlate
  5. Promuovere la formazione dei volontari a tutti i livelli;

Soggetti Collaboratori  

  • Università del Salento
  • IFC CNR – Lecce
  • Associazione Le ALI – Taviano
  • Associazione Fratres Surano
  • Associazione ADOVOS Messapica Alessano

EVENTI REALIZATI NELL’AMBITO DEL PROGETTO

Incontri presso le Scuole

DOCUMENTI

  • “Pieghevole illustrativo” “clic” per scaricare

Vai alla Pagina Facebook del progetto

 

  • Responsabile del Progetto (RP): Dr. Mario Tarricone, Presidente AIL Lecce
  • Coordinatore del Progetto (CP): Dr. Vincenzo Zonno,  Consigliere di amministrazione di AIL Lecce
  • Comitato Tecnico-Scientifico (CTS) :

Dott.ssa Maria Annunziata Carluccio
IFC – CNR Lecce

Dott. Nicola Di Renzo Direttore Centro di Ematologia e Trapianto Cellule Staminali Emopoietiche
Presso O. Vito Fazzi di Lecce

Dott.ssa Anna Mele
Direttore Centro di Ematologia e Trapianto Cellule Staminali Emopoietiche Presso O.  C, Panico Tricase

Geom. Angelo Galati
Vice Presidente AIL LECCE

Dr. Mario Tarricone
Presidente AIL Lecce

Prof. Tiziano Verri
Dipartimento DISTEBA Università del Salento

Dr. Vincenzo Zonno
Consigliere di amministrazione di AIL Lecce;